maremma toscana

Se vi piace la natura, la storia, attività all’aperto, e la buona cucina, la Maremma Toscana è ciò che fa per voi.
Piena di borghi medievali da scoprire e visitare, viste mozzafiato ed una fantastica fusione tra paesaggi marini e montanari rendono la zona della Maremma Toscana unica nel suo genere.
Tutta questa versatilità fa sì che si possa godere della bellezza dei luoghi in qualsiasi periodo dell’anno.
Qui vi proporremo alcuni luoghi, tra i più unici e caratteristici, da non perdere.

parco della maremma

Il parco naturale della Maremma che occupa circa 100 km quadrati, è il più conosciuto, i suoi 20 Km di costa, regalano una vista mozzafiato per gli amanti della natura potendo godere di una pineta di 600 ettari.
Il parco offre diverse tipologie di percorsi in base alla difficoltà e alla stagione in cui si vuole visitare questa meraviglia, sia da soli che in gruppo o con l’aiuto di una guida del posto. Per i più avventurieri c’è la possibilità di visitare il parco a Cavallo, in Carrozza, in Bicicletta o in Canoa.

Argentario ed i Borghi di Porto Santo Stefano e Porto Ercole

Partendo dalla costa, non si può fare a meno di visitare il famoso Porto Ercole; la misteriosa Torre Argentiera costruita intorno al 1442 per avvistare i nemici corsari barbareschi; la Grotta degli Stretti con appena 3 mt di dislivello si sviluppa orizzontalmente sul livello del mare per quasi 1 km.
Sempre lungo la costa nella località di Santa Liberata, possiamo ammirare la Villa Romana dei Domizi Enobarbi, luogo di vacanza di Nerone.
Da visitare la riserva naturale duna Feniglia lunga 6 km, separa il mare dalla laguna di levante di Orbetello, con i suoi attrezzi ginnici lungo il percorso e pinete.
Per chi ama il mare e le calette, l’Argentario è un paradiso senza eguali oltre ad avere fortezze risalenti all’epoca della dominazione Spagnola con i Forti di Porto Ercole e la Fortezza di Porto Santo Stefano.
Lasciando il mare alle spalle, ci si può avventurare nei percorsi trekking o con l’auto sulla Strada Panoramica dei due borghi. Infine, non si può non ammirare la vista di cui gode La Torre di Capo d’Uomo, situata a 350 mt sul livello del mare.

Spiagge della costa maremmana

Se si vuole godere di acqua cristallina, passando tra mandrie di mucche chianine e cavalli allo stato brado, arriveremo alla Spiaggia di Marina di Alberese. Un magico panorama ci accompagnerà fino alla spiaggia di Collelungo. Questa spiaggia, gode di dune di sabbia e vegetazione selvaggia.

Un’altra spiaggia altrettanto bella, ma meno facile da raggiungere, è la Spiaggia di Cala di Forno, si necessita di una guida che ci accompagnerà per circa un’ora di camminata fino ad arrivare all’habitat naturale di volpi e daini.

Isola del Giglio

Case colorate, locali sul mare sono le prime cose che si noteranno appena sbarcati a Giglio Porto. Una cartolina vivente di emozioni. Non da meno le spiagge dell’Isola del Giglio che regalano Palmenti, l’Antico Faro di Capel Rosso e la Cote Ciombella visitabile con un escursione guidata.
Giglio Campese, a nord, è un centro abitato che prevalentemente vive di turismo. Se il mare non è abbastanza, possiamo incamminarci verso le alture, dove troveremo uno dei borghi più belli d’Italia, Giglio Castello con la sua Rocca Aldobrandesca medievale con mura e torri ancora conservate.

Saturnia e le sue terme

Se vi dovesse capitare di vedere una nuvola di vapore, allora vuol dire che siete nella direzione giusta! Situate a 3 km dal borgo di Saturnia, troverete le Cascate del Mulino gratuite.
Dopo un bel bagno rilassante ci si può avventurare alla scoperta del Borgo di Saturnia entrando da Porta Romana, con monumenti ed edifici antichi che raccontano la storia del Borgo. C’è anche il Museo Archeologico, gratuito, che descrive la vita degli etruschi con la ricostruzione di dove e come vivevano oltre a fornire visibilmente reperti ben conservati.

Pitigliano, Sorano e Sovana

I borghi di Pitigliano, Sovana e Sorano sembrano davvero dei piccoli presepi, un trittico costruito su montagne di tufo, regalando un paesaggio bellissimo. Poco fuori Sorano e Sovana si possono visitare le necropoli etrusche.

Capalbio

Bellissimo borgo medievale, che mantiene le sue caratteristiche nonostante lo scorrere del tempo. Da visitare assolutamente il Giardino dei Tarocchi, una splendida combinazione di arte, natura e spiritualità, creato dalla scultrice francese Niki de Saint Phalle.

grosseto

Grosseto è una cittadina piena di storia, arte e di cultura. Nel centro della città si può godere del Duomo, delle Chiese di S. Pietro e S. Francesco, il museo di storia naturale della Maremma, il museo archeologico e d’arte della Maremma. A completare il quadro le splendide spiagge di Grosseto.

Magliano in Toscana, Pereta, Scansano ed il Morellino

Magliano in Toscana borgo risalente al periodo etrusco, la splendida Pereta sono cittadine da non perdere facendo una passeggiata lungo la Maremma Toscana. Non si può non nominare Scansano, celeberrima per il suo vino Morellino, e per le sue terme.

montemerano

Situato su una collina tra Manciano e Saturnia, Montemerano riesce a mantenere la struttura medievale: la rocca, la chiesa, le mura, il castello. Montemerano regala scorci da non perdere camminando lungo le vie del borgo.

Monte Amiata

Conosciuto per l’oasi naturale del WWF, il monte Amiata non regala solo della bellissima natura.
Intorno ci sono borghi da non perdere assolutamente come ad esempio: il borgo di Rocchette di Fazio e la Pieve di Lamula; il borgo medievale di Semproniano.