Isola del Giglio

Isola del Giglio e mini crociere
 

Davanti all’Argentario si trova un gioiello toscano, l’Isola del Giglio. È lunga 8,3 km e larga 4,7 km, con un’estensione di circa 21 km quadrati ed è particolarmente rinomata per le sue bellezze naturali.

Natura del Giglio

Il suo territorio è per il 90% selvaggio, ma offre molteplici e antichi sentieri per rilassarsi e godere di splendidi panorami e di colori e profumi della tipica macchia mediterranea. A nord dell’isola, intorno al Vecchio Faro, si incontra anche una pineta. Alcuni vigneti, di piccole dimensioni e a picco sul mare, caratterizzano l’ambiente dell’Isola del Giglio e producono il vino bianco Ansonaco.

L’Isola del Giglio offre meravigliose spiagge, ma anche calette isolate di rara bellezza. Disseminate sulle coste dell’isola ci sono quattro spiagge principali (spiaggia del Campese, delle Cannelle, dell’Arenella e delle Caldane), diverse una dall’altra, con aree libere e aree attrezzate da stabilimenti balneari. Sono facilmente accessibili a eccezione della spiaggia delle Caldane, raggiungibile via mare o a piedi percorrendo un sentiero per circa 30 minuti. Sulle coste non ci sono solo spiagge; le zone più suggestive di tutta l’isola sono scogliere di granito, baie e calette. La costa è formata da scogli di granito o di calcare, i primi meno ripidi e che favoriscono l’accesso al mare, i secondi più ripidi che formano alte scogliere.

Le sue acque limpide, mai troppo fredde e i fondali ricchi di vita attirano subacquei da tutto il mondo. Tali fondali sono rocciosi, ricchi di pareti, grotte, secche e relitti tutti da esplorare. Un alto numero di siti d’immersione permette ai subacquei di vedere praterie di posidonia, gorgonie, spugne e pesci mediterranei di ogni genere e specie.

Borghi del Giglio

Sull’Isola ci sono solo tre paesi: Giglio Castello, Giglio Porto e Giglio Campese.

Giglio Castello, con la sua fortificazione, è un borgo medievale che si trova sulle alture dell’isola, più precisamente a 405 m s.l.m. Come ogni borgo medievale, è caratterizzato da vicoli e viuzze e il tempo sembra essersi fermato. Con merito è stato inserito nei “Borghi più belli d’Italia”.

Giglio Porto è il piccolo porto dell’isola. Di Giglio Porto sono famose le pittoresche case multicolore. Addentrandosi nei suoi vicoli si trovano negozi di ogni genere, ristoranti, bar, gelaterie e persino il Museo della Mineralogia a della Geologia. Di interesse storico sono la Torre del Saraceno e i resti delle mura di una villa romana.

Giglio Campese è un recente insediamento turistico che nasce attorno ad una lunga e ampia spiaggia. Si trova nel lato nord-ovest dell’isola al centro di un golfo. Le sue estremità sono caratterizzate da Punta Faraglione (alto scoglio monolitico) e la Torre del Campese.

L’Isola del Giglio è una meta ideale per gli amanti della natura, del mare, delle passeggiate, dei minerali, del mondo sottomarino e di un ambiente paesano un po’ rustico.

Come arrivare all’Isola del Giglio

È possibile raggiungere l’isola del Giglio con un traghetto partendo da Porto Santo Stefano (Argentario) e navigando per circa 1 ora. Questo tragitto è servito da due compagnie di navigazione: Toremar e Maregiglio. Nella stagione estiva ci sono numerose corse giornaliere; nella stagione invernale, il numero di corse è ridotto e il servizio è attuato solo da Toremar. Tutti i traghetti arrivano a Giglio Porto.

Mini crociera al Giglio

Nella bella stagione, indicativamente da giugno a settembre, è possibile godere di un servizio aggiuntivo e sicuramente più piacevole che è quello delle mini crociere. Sono escursioni giornaliere in motonave che partono da Porto Santo Stefano o da Castiglione della Pescaia. Queste mini crociere prevedono soste di alcune ore per visitare l’isola o per fare un bagno in mare.

Da Porto Santo Stefano è possibile effettuare mini crociere per visitare sia l’Isola del Giglio sia l’Isola di Giannutri. La partenza è prevista attorno alle 9:30 con arrivo all’isola del Giglio attorno alle 10:30. È prevista una sosta di circa tre ore, nelle quali è possibile effettuare una visita libera, guidata o andare semplicemente al mare. Il pranzo può essere al sacco oppure a bordo (prenotando ovviamente). La navigazione riprende alle 14:00 con meta Isola di Giannutri. Anche su quest’isola la visita può essere libera o guidata. Si rientra a Porto Santo Stefano attorno alle 18:00.

Da Castiglione della Pescaia è possibile effettuare mini crociere per visitare l’isola di Giannutri e l’isola del Giglio oppure solamente l’Isola del Giglio. In questo ultimo caso, la partenza da Castiglione della Pescaia (alcune con tappa a Talamone) è prevista per le 8:00-8:30. La navigazione, con motonave veloce e confortevole, prevede di costeggiare la Maremma e il suo Parco Naturale con descrizione a bordo da parte delle guide, prima di allontanarsi dalla costa in direzione Isola del Giglio. Una volta arrivati a destinazione, verso le 11:00, la sosta è di sei ore avendo così la possibilità di fare ciò che più piace: andare in spiaggia, passeggiare in autonomia o effettuare una visita guidata. Il pranzo può essere a terra oppure a bordo. Il rientro a Castiglione della Pescaia è previsto per le 19:30.

Agriturismo Podere N°8 →  Isola del Giglio 67 km