Magliano in Toscana

Magliano in Toscana, Pereta, Scansano ed il Morellino

La Maremma, area rigogliosa della Toscana, impreziosita da borghi e campi di girasoli, è da sempre mèta ambita da moltissimi turisti.
Un posto da provare e in cui tornare ogni qualvolta si desideri rifugiarsi in luoghi che sanno di storia, relax, buon cibo e ottimo vino!

Tra i gioielli vinicoli più conosciuti della zona troviamo il Morellino, capace di unire la fragranza del Sangiovese alla potenza dei vini tipici della costa maremmana,

Borghi medievali e Morellino

È proprio un viaggio eno-gastronomico quello che avviene tra le città di Magliano, Pereta e Scansano.
Un tour a base di meraviglie medievali contornate dal brio del Morellino.

Magliano è una tappa che non deve mancare.
Le viuzze del borgo parlano di passato e arte e sono impreziosite da porte d’ingresso antiche, finestre in stile gotico, facciate rinascimentali e palazzi signorili.
Le mura, orgoglio dell’architettura di Magliano, un tempo costituivano la cinghia difensiva dell’attuale centro storico.
Parliamo di muri altissimi, intervallati da 9 torri e 3 porte di accesso, rimasti perlopiù intatti nel corso della storia e che di notte, aiutati da giochi di luci artificiali, si divertono ad affascinare chiunque li osservi.
Dall’alto delle mura è possibile godersi degli scorci mozzafiato sulla vallata sottostante.

A Magliano però è possibile visitare anche attrazioni più insolite, come per esempio l’Ulivo della Strega, una pianta antichissima di 3500 anni, ai cui piedi in epoca medioevale, si svolgevano riti e cerimonie pagane.
Allontanandosi verso Albinia invece è possibile imbattersi negli scavi etruschi della città di Kaloùsion, chiamati anche scavi di Doganella, punto di visite turistiche insieme alle molteplici necropli di Magliano.

Rifiniscono il tutto, le eccezionali spiagge selvagge di Magliano: Cala di Forno e Spiaggia di Collelungo.
Un mix di terra e di mare capaci di lasciare senza fiato anche i viaggiatori più frequenti.

Nei dintorni di Magliano troviamo altre perle turistiche come i resti dell’Abbazia di San Bruzio, il borgo di Pereta con la sua splendida Porta di Ponente e la Torre della Bella Marsilia.
Per quanto riguarda i resti di San Bruzio, sono i suoi capitelli a fare da padroni della scena, insieme a sinuose sculture in stile franco lombardo che ogni anno, avvicinano migliaia di visitatori.

Il borgo di Pereta che abbiamo poc’anzi citato invece, è caratterizzato anche dalla sua Torre dell’orologio simbolo della dominazione senese, che svetta portentosa con i suoi 29 metri di altezza sopra le minuscole case del centro abitato.

Tra gli eventi più belli dell’anno, troviamo la Festa di San Marco (25 Aprile), movimentata dal corpo nazionale dei Bersaglieri e dal Palio della ruzzola e della Santissima Annunziata (1 Maggio).

Tra i Borghi più indicati per la degustazione del Morellino, troviamo Scansano, graziosa realtà medievale di cui ancora oggi sono presenti dei resti come il Palazzo Vaccarecci, l’Ospedale dei Pellegrini, il Palazzo Pretorio e la Chiesa di San Giovanni Battista.
Tra le attrattive del posto troviamo anche il Museo Archeologico, il Museo della Vite e del Vino e il Teatro Castagnoli.
A qualche chilometro da questa graziosa cittadina è possibile fare visita al rinomato insediamento etrusco di Ghiaccioforte, al Convento di Petreto e al Castello di Montorgiali.

Insomma, Magliano Pereta e Scansano sono un trittico vincente per chi desidera contornarsi di mare, montagna, storia e buon cibo.
Luoghi adatti per tutte le età, per merito della loro storia e degli efficienti servizi che offrono ai loro turisti.

Degustazione del Morellino

Come è noto a livello internazionale, il Morellino di Scansano è un vino DOCG che deve il suo nome ai “morelli”, ovvero i cavalli che venivano utilizzati in passato per trainare le carrozze.
Scavi archeologici confermano che la produzione vinicola di questo vino era presente sul territorio già dall’epoca etrusca.

Come avrete intuito dai paragrafi precedenti, il Morellino è il fiore all’occhiello del mondo culinario locale, motivo per il quale vengono proposti molteplici tipologie di degustazioni.
Solitamente gli assaggi o i veri e propri tour eno-gastronomici vengono organizzati in cantine private.
Lungo la così detta Strada del Vino sono molte le aziende che creano situazioni costruite a puntino per allietare i propri ospiti, spesso offrendo anche assaggi dell’olio locale (rigorosamente extra vergine di oliva).

Agriturismo Podere N°8 →  Magliano in Toscana 19 km